ACCADEMIA DELLA MERCEDE

POPULORUM GYMNASIUM

di Lettere - Scienze - Arti e Tempo Libero

RETTORATO

 

DELEGAZIONE DI CATANIA

Commenda di San TOMMASO

Preside Dr. CARMELO ALDO MAZZEO

Consiglio di Delegazione

Preside
Vice
Cerimoniere 
Segretario 
Tesoriere

Consigliere 
Consigliere 
Consigliere

Attività della Delegazione

Iniziative istituzionalizzate:

-ballo delle debuttanti programmato presso i saloni di un palazzo nobiliare

REGOLAMENTO

L'Accademia, al fine di sostenere le iniziative di solidarietà della Casa della Mercede, gestita dai Cavalieri della  Mercede, organizza il "Ballo delle debuttanti" - gran gala di beneficenza  presso i saloni di un palazzo nobiliare di Catania. Al ballo possono partecipare tutte le signorine che hanno già compiuto o compiranno entro l'anno 18 anni. L'ammissione delle debuttanti avverrà ad insindacabile giudizio del Comitato nominato a tale scopo. L'Organizzazione si riserva di modificare data, luogo e cerimoniale se lo ritiene necessario, dando preventiva comunicazione. Le debuttanti ammesse si impegnano in particolar modo ad:

  1. indossare abito bianco lungo con guanti;

  2. farsi accompagnare da un cavaliere in frack;

  3. eseguire il primo valzer e la controdanza con l'Ufficiale assegnato: nel caso in cui non vi fossero Ufficiali disponibili, con cavaliere accompagnatore;

  4. prendere un adeguato numero di lezioni gratuite di valzer presso una scuola di danza stabilita dall'Accademia;

  5. versare al momento della sottoiscrizione la somma di € 150.000 per le spese di segreteria, all'acquisto di n° 10 biglietti d'ingresso;

  6. ogni debuttante, almeno per un anno, adotterà a distanza un bambino indiano, versando mensilmente la somma di €. 20,00  ricevendo l'attestato di adozione nella serata.

INFORMAZIONI

Per informazioni ed iscrizioni rivolgersi in segreteria in Via A. Di San Giuliano 56 dalle ore 9,00 alle ore 13,00 oppure telefonare al: 095-532753 

-borse di studio prof. Antonello Germanà Di Stefano dei conti Melano di Portula

INIZIATIVE MENSILI

 

 

 

RASSEGNA STAMPA

17/12/2002 Catania

 

Debuttanti, ma per beneficenza

 

(mcia) - Principesse per una notte alle soglie del 2003? Capita una volta l'anno a una decina di giovani e belle diciottenni catanesi e poco male, se invece della carrozza ad accompagnarle al gran ballo ci pensa la Porsche di papà tirata a lucido per l'occasione. E' il "ballo delle debuttanti" che da dodici anni, grazie alle dame e cavalieri della Casa della Mercede, è tornato in voga tra le ragazze, ma soprattutto tra le mamme, della buona borghesia cittadina un po' come a fine 800 ma con un cerimoniale ridotto all'osso, senza in giro titolate e titolati e con lo scopo non di cercare marito ma di far beneficenza. Le prescelte di quest'anno sono undici, tutte comprese tra i 17 e i 19 anni, tutte vestite di bianco candido e tutte accompagnate da un cadetto fresco d'accademia militare. Emozionate il giusto, ballerine di Valzer da poco tempo e con la personalità della ragazza d'ogni giorno che fatica non poco a star stretta dentro l'abitino da cerimonia a metà tra prima comunione e matrimonio. Sono così le principesse 2003 che domenica sera hanno calpestato il tappeto rosso steso all'ingresso di Palazzo Biscari fino ad arrivare al salone delle danze, non prima esser state immortalate da centinaia di foto scattate da papà orgogliosi. " E' un bel gioco ed un'occasione per fare del bene - ci informa Denise Di Bella studentessa diciassettenne del Convitto Cutelli, informatissima sulle finalità benefiche del ballo- ognuna di noi adotterà a distanza un bambino per un anno e tutto l'incasso della serata sarà devoluto in beneficenza". Cristina Paci 18 anni ancor prima che le danze si aprano si lascia sfuggire un "non ne posso più" . E' abituata alla discoteca e alle scarpe comode Cristina, a riferircelo è la zia che l'accompagna. Più da disco che da Valzer è anche Claudia D'Agosta, con tanto di brillantino sull'incisivo,che più che principessa fa Madonna, la pop star ovviamente. Federica Pulvirenti ha sottobraccio una divisa doppiopetto con sei bottoni dorati,ma lo sguardo e perso più in la dove c'è il fidanzato, che a giudicare dallo sguardo non vede l'ora di riavere la fidanzata usurpata. Intanto nella Sala del ballo il maestro Fabio Raciti è pronto a dare il via al suo quartetto d'archi. Si parte con l'Inno di Mameli intonato da tutti i presenti, altro che calciatori afoni, poi tocca al Gattopardo di Verdi e subito dopo sono Strauss ed i suoi Valzer ha guidare i volteggi delle undici coppie. Maurizio Ciadamidaro